50 anni. Una storia dell'Emilia-Romagna

Assemblea legislativa ER

"50 anni. Una storia dell'Emilia-Romagna" è un podcast in tre puntate, che racconta la nascita della Regione attraverso le voci dei suoi protagonisti. Dal primo presidente Guido Fanti al primo assessore al Bilancio Dante Stefani, dal consigliere Libero Gualtieri ai presidenti Sergio Cavina, Lanfranco Turci e Luciano Guerzoni. Le testimonianze dei fondatori e delle personalità che hanno segnato la vita dell'istituzione nata nel 1970 aiutano a ripercorrere i momenti storici salienti che hanno segnato la nostra Regione, grazie a interviste e materiale d'archivio: il referendum dell'8 giugno, i primi passi della sua attività legislativa, le grandi opere idrauliche per la difesa dell'ambiente e la lotta al terrorismo. Ad accompagnare in questo viaggio Fulvio Cammarano, professore ordinario di storia contemporanea all'Università di Bologna e direttore del Master in Giornalismo dell'ateneo bolognese. Il podcast è stato realizzato dal servizio informazione dell'Assemblea legislativa e curato da Luca Molinari e Giulia Paltrinieri.

All Episodes

L'8 giugno del 1970 si chiudono le urne delle prime elezioni regionali. L'affluenza è da record e supera il 90% in tutto il Paese. Per la prima volta, dalla nascita della Repubblica, i cittadini sono chiamati ad eleggere i propri rappresentanti per un ente che prima non esisteva. Nasce la Regione Emilia-Romagna. E il lavoro per costruire da zero una nuova istituzione comincia adesso. Bisogna reclutare personale e trovare una sede: capita così che la prima riunione di giunta si tenga addirittura in uno stabilimento balneare di Marina di Ravenna...

Sep 27

16 min 31 sec

Quando piove a dirotto, alluvioni e allagamenti mettono in ginocchio tutte le province emiliane. Ormai alzare gli argini non basta più, bisogna contrastare in maniera sistematica il dissesto idrogeologico. È il 1973, la Regione Emilia-Romagna esiste da tre anni, ma ha già deciso di affrontare una delle sfide più importanti: quella di coniugare sviluppo economico e difesa dell'ambiente. Lo farà attraverso grandi opere idrauliche, come il Canale Romagnolo e la Diga di Ridracoli...

Sep 27

12 min 33 sec

Il 2 agosto 1980 una bomba alla stazione di Bologna uccide 85 persone e ne ferisce oltre duecento. Pochi giorni dopo in Piazza Maggiore si tengono i funerali delle vittime dell'attentato, che, ancora una volta, colpisce l'Emilia-Romagna. Dall'Italicus a Ustica, dal Rapido 904 alla Banda della Uno Bianca, Bologna conta il maggior numero di perdite di civili in tempo di pace per atti terroristici. A battersi per fare luce su quegli anni bui anche molti rappresentanti della Regione Emilia-Romagna...

Sep 27

13 min 47 sec