Raven Sad

Popular

  1. 1.
    The sadness of the raven
    9:370:30
  2. 2.
    City lights and desert dark
    9:530:30
  3. 3.
    Legend #1
    1:470:30
  4. 4.
    Colorbox
    12:590:30
  5. 5.
    Approaching the chaos
    8:490:30
I Raven Sad nascono nel 2005 come progetto solista del chitarrista Samuele Santanna. La prima demo “Raven Sad and other stories” viene incisa in pochi giorni ed inviata alle più importanti etichette discografiche indipendenti.
Sono in molte a rispondere, ma la Lizard Records rappresenta la scelta più idonea.
Nel 2008 il primo album in studio targato Raven Sad, “Quoth” riscuote ottime recensioni e raggiunge le finali dell’Italian Prog Awards nella categoria “Best debut album”.
“We are not alone”, viene pubblicato sempre dalla Lizard nel luglio del 2009. Musicalmente, in questa nuova opera, vengono maggiormente marcati i ricordi floydiani ed ambient, da sempre nel background dell’autore.
“We are not alone” vede la partecipazione di altri musicisti, tra i quali si distinguono Fabrizio Trinci, Marco Chiappini dei Gandalf’s Project e il jazzista Gilberto Giusto, quest’ultimo al sax. La critica accoglie benissimo il disco e viene nuovamente nominato dagli Italian Prog Awards nelle categorie “Best Italian Album” e “Best Artwork”. Nel Dicembre del 2011 esce l’ultimo album “Layers Of Stratosphere”.
Il 17 aprile 2018 la band di Samuele Santanna torna in pista con una nuova formazione e un quarto album in cantiere. Per l’occasione Samuele ufficializza l’entrata in formazione di Gabriele Marconcini, già vocalist di Biofonia e Merging Cluster, di Marco Geri al basso e Francesco Carnesecchi alla batteria, mentre alle tastiere siede l’amico di lungo corso Fabrizio Trinci.

603

Monthly Listeners

92

Followers

Where people listen

Albums

Listen to Raven Sad now.

Listen to Raven Sad in full in the Spotify app